Situazione

Dal 2013 al ’15, con l’avvento dei vari Airbnb e Booking sui concorrenti tradizionali, il piccolo proprietario di un appartamento  per le vacanze  si poteva aspettare una rendita abbastanza sicura in un nuovo mercato che si apriva.

È stata un’idea così buona che l’hanno pensata in tanti:  le case offerte su Airbnb Italia hanno seguito questo trend:

anno 2009  case offerte            239
anno 2016   case offerte  222.000

Dunque il cliente oggi può trovare tantissime occasioni in competizione tra loro, anche a prezzi bassi.
Per complicare la situazione, la maggior parte degli alberghi ha ridotto i prezzi per restare competitiva.

Fonte del grafico  
Fonte dati

Due possibilità

Oggi hai due possibilità:
– o concorrere sul prezzo basso, sapendo che hai molta concorrenza e che il tuo guadagno sarà limitato,
– o proporre un prezzo più adeguato, offrendo però qualcosa che si distingue.

Questa casa non è un albergo

Federalberghi riporta che le camere in affitto nel settore alberghiero sono in diminuzione rispetto a quelle del settore extralberghiero, ma coprono ancora quasi metà del mercato.

anno 2000  camere in albergo  47,4%
anno 2015  camere in albergo   46,1 %

Una cosa importante è ricordare che se un cliente cerca un appartamento, invece che un albergo, è perché cerca alcuni vantaggi:

Quindi se vuoi un ritorno economico adeguato, occorre che la tua casa non somigli ad un albergo, che abbia una propria personalità.

Piccoli errori che costano caro

I giudizi positivi sono un tuo capitale perchè sono importanti per portarti nuovi clienti.
Quindi occorre che il tuo servizio abbia la stessa qualità di un albergo: ordine, pulizia, comfort, gestione professionale del cliente.
Su questi aspetti devi evitare certi errori che spesso  paiono piccole distrazioni secondarie, ma che gli ospiti interpretano come fastidiose lacune e che incidono sulla qualità percepita della vacanza.
Incidono sul giudizio che poi ti lasceranno su internet.

Quali vantaggi perseguire

I vantaggi economici che puoi ricavare dall’Home Staging sono tre

I numeri

Le statistiche precise sull’efficacia dell’Home Staging si possono vedere nel campo delle vendite, dove all’estero c’è un’esperienza di decenni e in Italia dal 2008 circa.

anno 2017, Italia:  permanenza di un immobile sul mercato
senza home staging  225 giorni

con home staging         54 giorni
venduti  post home staging 94%

(Fonte HSL).

Dunque funziona per le vendite, dove le cifre in gioco sono molto maggiori.
Per gli affitti di case vacanza in Sardegna, siamo i primi a farlo in maniera strutturata e raccogliere i dati in modo sistematico: dal 2019 pubblicheremo su questo sito le statistiche e se volete anche voi potrete far parte del campione su cui misureremo l’efficacia economica dell’Home Staging.