[tempo di lettura 2 min.]

Hai letto bene, non ho sbagliato a mettere l’accento sulla “e”: il corpo è la casa; la casa della nostra mente, della nostra anima.
Ti starai chiedendo cosa c’entri questo con Scegli Casa Mia. Adesso, pian piano, ci arrivo.

Stamattina ho iniziato un bellissimo corso di yoga posturale e, durante la lezione, la maestra usava spesso il parallelismo tra il corpo e la casa, sostenendo, appunto, che il corpo è la casa, il guscio che racchiude il nostro essere. E come darle torto?!
A me questo parallelismo, ovviamente, è piaciuto subito. Perchè nello yoga (e non solo), non tutti partiamo dalle stesse possibilità, ognuno ha un corpo diverso: metaforicamente parlando, c’è chi ha una villa, c’è chi ha un rustico. Ma anche chi ha il rustico può sistemarlo pian pianino, facendo tutti gli interventi necessari affinchè diventi, per lei o lui, il posto più accogliente del mondo e che dia felicità. Fuor di metafora, tutti possiamo lavorare su noi stessi al fine di migliorarci e ottenere i risultati desiderati, col tempo e la perseveranza.

Questa metafora per me è azzeccatissima, perchè anche nel mondo costruito è proprio così!
In fondo, che cos’è la casa (quella costruita) se non il prolungamento nello spazio di noi stessi?
Il corpo riflette quello che abbiamo dentro e così fa la nostra casa: una postura curva, ad esempio, potrebbe riflettere una nostra insicurezza, così come se siamo persone precise la nostra casa potrebbe essere molto ordinata e se stiamo attraversando un periodo emotivamente complicato questo potrebbe riflettersi sia sul nostro corpo che sull’ambiente in cui viviamo. Gli esempi sono tanti, ma spero di aver reso l’idea.

Comunque è vero anche il contrario, cioè anche quello che ci circonda può influenzare il nostro io: ad esempio, quante volte quando c’è qualcosa che ci turba, veniamo prese dalla smania di pulire o riordinare! Ti sei mai chiesta perchè? Perchè quando mettiamo ordine nell’ambiente che ci circonda, iniziamo a mettere ordine anche dentro noi stesse e questo ci dà sollievo. Quando abbiamo davanti una parete gialla proviamo un senso di energia, quando la parete è verde o azzurra un senso di rilassatezza e così via…
Per questo trovo che il mio lavoro sia meraviglioso: perché attraverso la cura degli ambienti e degli spazi, mi consente di occuparmi del benessere delle persone, di dare concretezza ai loro desideri e soddisfare i loro bisogni…facendole sentire veramente a casa.

Perciò prendiamoci sempre cura di noi stesse, del nostro corpo e della nostra casa, perchè il corpo è la casa 😉

 

[in questo articolo trovi libere riflessioni ispirate alla lezione del 12/09/2019 a cura di Studio Shakti Yoga Sassari]

# # # # # # #

settembre 12, 2019