Mettiti nei suoi panni.

Finalmente stai per andare in vacanza in Sardegna.
Sei al computer e cerchi un appartamento su Air bnb o su Booking.
Come ti comporti?

  1.  Scegli guardando “solo” delle foto:

    sembra pazzesco, ma è così: la resa di un immobile che vale centinaia di migliaia di euro dipende da qualche foto.
    È come l’etichetta su una bottiglia di vino, non puoi assaggiarlo prima di comprarla.

  2. Scegli in meno di 90 secondi:

    sembra poco, ma al computer è un tempo lungo.
    Infatti se la casa non piace al primo colpo d’occhio, in meno di 5 o 6 secondi si decide di cercarne un’altra.

  3. Scegli col portafoglio, sì, ma tra quali offerte?

    sembra ovvio: a parità di prezzo si sceglie quella che si presenta meglio.
    Ma se è così ovvio, perché in tanti abbassano il prezzo invece di migliorare la presentazione?

  4. Ti senti orgoglioso di fare un buon affare.

    Se ne trovi una che si presenta bene a un prezzo accessibile, ti compiaci.
    Quindi diffidi di quelle economiche se si presentano male, ma che potrebbero rovinarti la vacanza e anche l’autostima. Preferisci spendere qualche decina di euro in più ma sentirti sicuro che poi non ti trovi in una stamberga.

  5. Se alla fine sei soddisfatto, lo dici a tutti

    Un cliente soddisfatto è un testimonial migliore di George Clooney, fa da moltiplicatore. Quindi la foto è importantissima (se no il cliente non arriva) ma poi la casa deve somigliare alla foto: chi promette il falso, poi se ne deve (giustamente) pentire.